martedì 23 novembre 2010

Trenitalia vergogna #2


ATTENZIONE: QUESTO POST E' STATO MODIFICATO IN DATA 24 NOVEMBRE, ore 10.47.

A quanto pare, qualcuno legge il mio blog.
E qualcuno ha letto il mio post (ossia la puntata precedente, la #1).
Questo qualcuno mi ha scritto una email, con le sue ipotesi sulla situazione:
"I sistemi in effetti davano il treno come pieno e per questo non sei riuscita a fare il biglietto dal sito o dalle macchinette in stazione.
Purtroppo accade a volte che le Agenzie di Viaggio e le Aziende comprano i biglietti in blocco, per poi provare a richiedere il rimborso in seguito se non rivendono, e così facendo bloccano la disponibilità di posti liberi."

Come ho risposto a questo qualcuno via mail, se questo è vero la mia rabbia rimane: perchè io, cliente finale, devo pagare un sovrapprezzo per un disguido che non mi riguarda e che non ho causato io?
Perchè Trenitalia non multa le Agenzie di Viaggio/Aziende/ecc, colpevoli del danno, invece che colpire i clienti finali?
Perchè non ottengo un rimborso, ma solo un "ci dispiace"? Non mi merito almeno un buono-viaggio?
Non mi merito un buon viaggio?

Forse semplicemente non ho mai sentito la parte finale del messaggio registrato: "Trenitalia vi augura buon viaggio... tanto più se su altri mezzi di locomozione".



2 commenti:

dplastino ha detto...

Ma infatti sarebbe così facile: c'è stato un problema, lo riconosci, mi rimborsi.
Perché dopo il "lo riconosci" deve esserci un "ci dispiace e tanti saluti"??
Che storia assurda, bha...

FRAINTESA ha detto...

molto, molto assurda.

Posta un commento

 

Fraintesa - Non so se mi spiego © 2010

Blogger Templates by Splashy Templates

Licenza Creative Commons
Questo opera di http://fraintesa.blogspot.com è concesso in licenza sotto la Licenza Creative Commons Attribution-NonCommercial-NoDerivs 3.0 Unported.